14/03/2019

Nuove frontiere per la formazione dei farmacisti su smartphone: arriva l’app SIPIP

Applaudita durante il Premio Nazionale ANGI, l’app realizzata con l’aiuto di Mundipharma si profila come un aiuto prezioso per i farmacisti che vogliono essere sempre aggiornati sugli ultimi studi internazionali

Alla Prima Edizione del Premio Nazionale ANGI, presso la Camera dei Deputati, è stata accolta con successo SIPIP, l’app innovativa per farmacisti ospedalieri realizzata con l’aiuto del network Mundipharma, che promuove la formazione dei farmacisti tramite continui aggiornamenti sui principali studi internazionali.

Il Premio Nazionale ANGI (Associazione Nazionale Giovani Innovatori) è un evento che celebra il dinamismo dei giovani under 35 nel panorama economico delle start-up italiane, nonché della piccola e media impresa.

SIPIP è entrata nel mercato delle app per gli smartphone, e mira a formare e a tenere aggiornati i giovani farmacisti ospedalieri ancora disorientati nel mondo dell’informazione scientifica.

“Non abbiamo molto tempo per formarci e informarci su come la ricerca si stia muovendo e dove stia andando – spiega Emanuela Omodeo Salè, Direttore del servizio di Farmacia dell’Istituto Oncologico Europeo-Ieo Irccs e coordinatrice dell’Area Oncologia nella Sifo (Società Italiana di Farmacia Ospedaliera) e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie – Abbiamo quindi realizzato un’applicazione per smartphone, pensata soprattutto per i più giovani, il futuro della nostra professione”.

Uno dei ruoli fondamentali di SIPIP è informare i giovani farmacisti: “Ogni mese qui vengono pubblicati approfondimenti e revisioni riguardanti le ricerche internazionali più importanti, dall’oncologia alla cardiologia – continua Omodeo Salè – Scaricando questi lavori, redatti in inglese ma con un riassunto in italiano, i farmacisti si possono aggiornare e, al contempo, rispondendo ad alcune domande, possono acquisire dei crediti formativi, importantissimi per la loro formazione”.

Una sorta di orientamento fruibile nel modo più semplice possibile: sullo screen del proprio smartphone. Un aiuto per il farmacista ospedaliero, ma anche per i pazienti, che sono poi coloro che si rivolgono agli operatori sanitari. Questo concetto è stato ribadito anche da Sergio Cori, Direttore Asset Marketing di Mundipharma: “E’ nostro compito, come industria privata, sostenere, con attenzione e sensibilità, iniziative come questa, che coniugano la tecnologia con i servizi e la formazione in favore sia del farmacista ospedaliero. Il nostro obiettivo finale è porci sempre a sostegno del paziente, che rimane al centro della nostra attività quotidiana”.

Per Cori, la comunicazione tra farmacisti e pazienti “rappresenta una vera e propria sfida per il futuro”. Infatti, sottolinea che “la formazione e la cultura della farmacia clinica, accanto agli specialisti e ai manager, emerge come figura chiave per l’indicazione e la razionalizzazione degli acquisti e il controllo degli sprechi nelle strutture pubbliche. La sostenibilità della spesa rimane una priorità per garantire le migliori cure personalizzate al paziente di oggi e domani”.

Un’innovazione tutta italiana, che al Premio ANGI si è rivelata soprattutto ‘all’insegna della salute’.