15/03/2019

Presentato a Roma e a Milano il libro “Diabete e alimentazione”, che unisce le ricette di uno chef tristellato con il sapere scientifico di due medici esperti

Il diabete è una patologia strettamente correlata all’alimentazione. Il libro, pubblicato con il supporto di Mundipharma, spiega come e cosa mangiare per affrontare al meglio la patologia.

Il problema del diabete è molto diffuso: basti pensare che negli ultimi 15 anni si è registrato un aumento del 25% di casi di diabete mellito in tutto il mondo, con pazienti sempre più giovani. Il diabete è una patologia strettamente correlata all’alimentazione adottata, tanto che è l’alimentazione stessa una delle armi migliori per affrontare e gestire questa malattia.
Come e cosa mangiare viene spiegato dal libro “Diabete e alimentazione”, scritto a sei mani da due medici e uno chef: Gabriele Riccardi, Professore ordinario di Endocrinologia all’Università Federico II di Napoli, Antonio Ceriello, Professore presso il Dipartimento Diabetologia Irccs Multimedica di Milano, ed Heinz Beck, unico chef tristellato a Roma nonché dottore in bioenergie naturali.

Il libro, edito da Edimes con il supporto non condizionato di Mundipharma Pharmaceuticals, non vuole imporre però una dieta, bensì un cambio di stile di vita che faccia adottare un’alimentazione sana e, insieme, gustosa e piena di fantasia. Sono infatti coloratissime e golose le ricette che Beck suggerisce ai lettori, come granita di mela verde e sedano, zuppa di carote con ricotta e pesche, tartare di tonno con fragoline.
L’obiettivo? “Far vivere con gioia il momento del pasto anche alle persone con diabete, e non far pesare loro quello che manca nel piatto” spiega lo chef tristellato. “La vita è piena di regole, ma se parliamo di quelle nel campo dell’alimentazione, il pensiero va subito a cose che non possiamo mangiare. Però, per ognuna di quelle che non possiamo mangiare, ce ne sono mille che possiamo utilizzare”.
E i dessert che tanto fanno paura a chi soffre di diabete? Sono presenti anche quelli. Spiega Riccardi che si tratta di dessert leggeri, “in cui si utilizzano spesso i frutti di bosco, poiché ricchi di antocianine, sostanze che aiutano a tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue”.
Afferma Beck: “Come questo libro dimostra, coniugare gusto e salute è possibile, specie se ci si ispira alla dieta mediterranea classica, a base di cereali integrali, pesce, frutta e verdura”.
Conclude Riccardi: “Con questo libro non parliamo più di dieta, ma di vero e proprio stile di vita. Un cambio di approccio che non solo aiuta l’alimentazione, ma migliora anche l’umore del paziente, che riesce ad affrontare con più serenità il proprio stato e le terapie”.

Questo concetto che sostiene quanto sia importante focalizzare l’attenzione sull’alimentazione prima ancora che sui farmaci è lo stesso che viene sposato da Mundipharma che ha scelto di supportare la pubblicazione del libro stesso. Mundipharma ha infatti aderito ad un progetto sul diabete che punta non alla terapia medicinale, quanto alla diffusione della corretta alimentazione fra i pazienti diabetici, che così possono gestire con più consapevolezza il proprio stato di salute.