Siamo responsabili
della sicurezza dei pazienti

Ci impegniamo ogni giorno per massimizzare i benefici
e ridurre i rischi che derivano dall'uso dei farmaci.
Scopri di più

Il network di aziende associate Mundipharma vanta in tutta Europa un’affermata esperienza di oltre 35 anni nella terapia del dolore, e si impegna a consentire agli specialisti e agli operatori sanitari di trattare i loro pazienti in modo sicuro e responsabile.

In quanto network che produce oppioidi, riteniamo di avere la responsabilità di adottare le misure migliori per ridurre al minimo il rischio di uso improprio nonché l’abuso di questi farmaci, senza però privare i pazienti che ne hanno bisogno.

Come rete di aziende farmaceutiche, riconosciamo che l’uso improprio e l’abuso di farmaci per il dolore possano portare a dipendenza, overdose e morte, e siamo consapevoli del rischio per la salute pubblica che questi potenti farmaci possono creare quando male utilizzati.

Per questi motivi, ci impegniamo a ridurre il rischio di uso improprio e di abuso di tali medicinali attraverso una catena di distribuzione sicura, un’adeguata formazione degli operatori sanitari, pratiche di vendita e marketing responsabili e una stretta collaborazione con le autorità governative e con le organizzazioni sanitarie.

Finanziamo iniziative educative in linea con le normative del settore, che comunichino chiaramente tutto ciò che riguarda i farmaci oppioidi in modo equo e responsabile, delineando sia i rischi che i benefici e contribuendo a garantire che i nostri farmaci siano prescritti solo al paziente che ne ha realmente bisogno per giuste ragioni.

Ci impegniamo inoltre a trovare nuovi approcci per la gestione del dolore, compresa la ricerca di nuovi metodi e farmaci che riducano o evitino la necessità di ricorrere agli oppioidi.

In Europa, l’eroina e la dipendenza da oppioidi sono un evidente problema, troppo spesso trascurato: noi di Mundipharma siamo forti del fatto che i nostri farmaci svolgano un ruolo importante anche nei programmi di riabilitazione da dipendenze da sostanze, in modo da aiutare questa fetta di pazienti spesso poco considerati.